L'Ultimo Cavaliere

Tutto sulla saga Western-Fantasy di Roland di Gilead ed il suo ka-tet
CALENZANO
Volenteroso Kinghiano
Volenteroso Kinghiano
Messaggi: 30
Iscritto il: mer gen 02, 2013 3:51 pm

Re: L'Ultimo Cavaliere

Messaggioda CALENZANO » mar gen 08, 2013 5:24 pm

Tucchia ha scritto:Leggendo vari commenti mi ero un pò "spaventato", ma devo dire di aver letto "L'ultimo cavaliere" senza nessuna particolare difficoltà. Magari inizialmente ero un pl "spaesato" per il modo diverso in cui è scritto il libro (versione riveduta), ma io l'ho trovato scorrevole e coinvolgente. Il finale del libro poi ti fà venir voglia di catapultarti direttamente sul secondo! Molto bello!

Alla fine del secondo max del terzo ti vien voglia di catapultart nel MM

skull
Affezionato Kinghiano
Affezionato Kinghiano
Messaggi: 191
Iscritto il: dom apr 22, 2012 1:54 am

Re: L'Ultimo Cavaliere

Messaggioda skull » gio feb 13, 2014 3:05 pm

Mah...L'uomo in nero non si capisce né chi è né come si chiama, il romanzo è talmente confuso che non sai nemmeno chi è chi. Gli accenni alla storia di Roland sono talmente confusi e poco interessanti che sembra proprio che lo zio non avesse la minima idea di cosa volesse scrivere. Il primo romanzo finisce che speri qualcosa di più chiaro ci sia nel secondo capitolo, la chiamata dei tre...invece, sorpresa: niente! Spero di apprezzare la saga dal terzo capitolo...finalmente...(Comunque La chiamata dei tre non è affatto male...Forse la saga potrebbe persino partire da questo libro, il primo al momento mi pare del tutto inutile).

Avatar utente
Terru_theTerror
Administrator
Administrator
Messaggi: 1289
Iscritto il: lun dic 06, 2010 3:12 pm

Re: L'Ultimo Cavaliere

Messaggioda Terru_theTerror » gio feb 13, 2014 4:10 pm

skull ha scritto: sembra proprio che lo zio non avesse la minima idea di cosa volesse scrivere.


Lo zio NON aveva ancora idea di cosa sarebbe andato a scrivere, fino al libro 5° nemmeno sapeva come la storia sarebbe andata a finire...

LUnghi giorni e piacevoli letture,
T_theT

PS: Terre desolate non ti deluderà!
"Io ho il cuore di un bambino... lo tengo in un barattolo sulla mia scrivania."

Gunslinger78
Poppante Kinghiano
Poppante Kinghiano
Messaggi: 17
Iscritto il: gio dic 12, 2013 9:10 am
Località: Roma

Re: L'Ultimo Cavaliere

Messaggioda Gunslinger78 » lun feb 17, 2014 2:10 pm

Io decisi di leggere la saga della Torre Nera senza saperne assolutamente niente, e senza neppure essere un grande fan di SK, anni prima avevo letto It e Le Notti di Salem e mi erano piaciuti entrambi. Sapevo che la Torre Nera era una saga epica e tanto mi bastava. Sapendo anche che durava ben 7 libri, mi sono avvicinato al primo libro con tutta la calma del mondo, sapendo che sarebbe stato impossibile capire tutto subito, ma pensando a gustarmi quello che veniva.

E in effetti me lo sono gustato proprio: un cavaliere solitario, misterioso e affascinante, con un passato complesso tutto da scoprire, con quei piccoli accenni che a livello di comprensiblità erano zero però, come nel Signore degli Anelli, rimandavano ad un passato mitico tutto da rivelare, subito impegnato in una quest all'inseguimento di un uomo in nero. A me è piaciuto parecchio, e tutte le domande hanno trovato risposta con calma nei libri successivi (ok, magari qualche cosina l'ho cercata su internet, ma più che altro nozioni geografiche, tipo medio mondo, entro mondo e così via, io sono un tipo da mappa, come nel signore degli anelli).

Il bello del primo libro è proprio che inizia in medias res, il cavaliere lanciato all'inseguimento, accenni ad un passato tutto da scoprire, predizioni di qualcosa che dovrà ancora venire. Dopo aver letto il finale, il primo libro ha pure guadagnato punti, perchè sono riuscito a capire molte cose che alla prima lettura semplicemente era impossibile da capire, anzi, proprio da afferrare come concetto. Ma proprio il mistero era il fascino del libro (nella prima lettura) e il fatto che tutto torna con il finale (complice la riscrittura di SK nel 2003) è il suo fascino in seconda battuta.
Le battaglie che durano cinque minuti generano leggende che vivono mille anni.

Porbia
Veterano Kinghiano
Veterano Kinghiano
Messaggi: 879
Iscritto il: lun apr 19, 2010 10:05 pm

Re: L'Ultimo Cavaliere

Messaggioda Porbia » mar feb 18, 2014 12:52 am

Stampatevi il post sopra e fateci un quadretto da tenere sulla scrivania.

Avatar utente
Pat
Affezionato Kinghiano
Affezionato Kinghiano
Messaggi: 146
Iscritto il: gio dic 18, 2014 11:25 am

Re: L'Ultimo Cavaliere

Messaggioda Pat » sab mag 02, 2015 5:24 pm

Ho l’edizione dell’89, questa per intenderci
Immagine

Quindi il tutto in spoiler si basa su questa (non credo acquisterò mai la successiva, ormai mi sono fatta la mia idea e non importa se contrasterà con fatti successivi. Non l’ho trovata neppure di difficile lettura, certo i fatti sono un po’ slegati, ma abbiamo altri libri per chiarire tutti i dubbi –spero e penso-)

Spoiler: Mostra
Il mondo è andato avanti
(questa frase mi è restata in mente per ben 26 anni ed ogni tanto la uso per indicare un cambiamento)
… ma quale mondo?
In tutto il libro ci sono un sacco di accenni alla terra (religiosi –Roland è stato costretto ad imparare a memoria parti della Bibbia che è andata perduta-, canzoni, pianeti, gli stessi nomi delle persone, la statua della libertà, i grattacieli, la pompa di benzina –nota senza piombo- Amoco, la macchina per il burro ad energia atomica,.. in più Roland si riferisce al mondo di Jack come la preistoria del suo mondo (p 90), che se non sbaglio è lo stesso in cui loro viaggiano prima di essere andato avanti, per l’appunto.
… quindi tutto mi fa pensare ad un salto temporale tutt’al più (di più di 300 anni, 100 generazioni prima si dice da qualche parte della mia edizione), non ad un altro mondo (come ho scoperto dalla wiki), oppure ad un qualcosa di catastrofico che ha iniziato il deterioramento del mondo

[spoiler](…tipo il furto del talismano che non è poi stato ritrovato da Jack??? Può essere?)


Spoiler: Mostra
Anche Roland stesso dice che “qualcosa è accaduto. Già nel mio tempo è accaduto. Diciamo che il mondo è andato avanti, è una frase che ripetiamo da sempre. Ma adesso (sta parlando con Jack) si muove più in fretta. Qualcosa è accaduto al tempo” p 152
C’è una frase del genere nella nuova edizione?


Roland è il guardiano, affascinante e crudele, ma crudele è il suo mondo (vedi l’infanzia), poi se si ha nelle mani le sorti di un universo si può capire e scusare la sua crudeltà (il sacrificare uno, Jack oppure Allie, per trovare l’uomo in nero, che sarà la sua via per i tre che saranno la sua via per la torre nera, e poi…)

Ed ora Jake (non voglio commentare la sua morte, ma sappiate che è una delle cose più atroci che penso di aver letto di King), chi è? Sappiamo che è di NY fine ‘70 inizio ’80 (i Kiss erano in voga in quegli anni), ma siccome io lavoro molto di fantasia….


Spoiler: Mostra
E se fosse il jack del talismano? Gli anni suppergiù coincidono, non il posto, né i genitori, ma se fosse lui morto senza trovare il talismano ciò spiegherebbe il deterioramento del mondo e… l


le mie sono considerazioni- domande retoriche saprò continuando a leggere.

Spoiler: Mostra
L’uomo in nero “portatore di risposte” (ed anche dubbi e domande).
Facendo le carte a Roland l’unica cosa che non trova collocazione è La Vita (il sole luminoso, ma non per Roland), anche questo significherà qualcosa?
Dice al Pistolero che è vicino alla Torre, vicino nel tempo (anche qua non si parla ancora di spazio).
Ed il suo sogno? Era la creazione, ok, poi la distruzione (che sta avvenendo in quel momento nel mondo) e di nuovo la luce, ma l’uomo in nero non conosceva la fine del sogno.

E poi c’è tutto quel meraviglioso discorso filosofico finale da cui traggo
“la nuova conoscenza porta sempre a misteri ancor più profondi”
“le dimensioni sono il più grande mistero”
“tutti gli universi si incontrano nella torre” in cui c’è la stanza di Dio, ma è vuota?


Spoiler: Mostra
C’è il talismano in essa (scusate non è una fissazione la mia, non so perché ho in mente quello)


Spoiler: Mostra
Ed infine chi è lo straniero senza età? Il Merlino che viveva in Inghilterra? Che è in tutti i tempi?



Oh quante domande, qualcuno ha detto nei commenti che è un libro che non lo ha entusiasmato molto, a me sì, perché voglio trovare le risposte

Ed ora 10 anni più vecchia, 20 miglia ad Ovest aspetto con il Pistolero
“La chiamata dei tre”

Scusate il mega spoiler, ma troppe erano le cose da dire.

Avatar utente
hatter
Veterano Kinghiano
Veterano Kinghiano
Messaggi: 919
Iscritto il: ven lug 27, 2012 6:42 pm

Re: L'Ultimo Cavaliere

Messaggioda hatter » dom mag 03, 2015 11:43 am

Pat vai tranquilla, leggendo le tue mille domande sorrido, nn ti curare delle edizioni, le domande rimangono le stesse, io e ho lette entrambe. Puoi solo proseguire per avere le risposte!!!!!
Buona lettura!!!!!!!!!!!!! :wink:
No One

vialemarx
Veterano Kinghiano
Veterano Kinghiano
Messaggi: 952
Iscritto il: lun dic 22, 2014 5:38 pm
Facebook: https://twitter.com/SimoneToscano86
Località: Roma

Re: L'Ultimo Cavaliere

Messaggioda vialemarx » dom mag 03, 2015 1:34 pm

Assolutamente d' accordo con Hatter. Come già ti ho detto, vai tranquilla! Buona lettura, Pat.

Avatar utente
Locke
Administrator
Administrator
Messaggi: 1041
Iscritto il: mar mar 04, 2008 4:56 pm
Località: Torino
Contatta:

Re: L'Ultimo Cavaliere

Messaggioda Locke » lun mag 04, 2015 8:59 am

Come dissi tempo fa, ho letto il libro in questione un milione di anni fa o giù di li, credo fossero i primi anni novanta. Ero nella fase 'ho scoperto King e voglio leggere tutto'. Il libro non mi piacque per niente, era uno Stephen King differente e non apprezzai la storia che pareva sconclusionata e fuori da tutto. Un Pistolero solitario insegue un Uomo in Nero in un mondo che è andato avanti e in stile far west? Ma dove voleva andare a parare lo Zio?! Ho riletto poi il libro circa quindici anni dopo, ho proseguito con la saga de la Torre Nera e me ne sono appassionato. L'ultimo Cavaliere non invoglia il proseguire con la saga, ma già con La Chiamata dei tre le cose migliorano parecchio.
Interessante l'analisi di Pat, avrei quasi voglia di rileggere il libro affrontandolo da un'altra angolazione. Chissà, conoscendo l'intera storia con annesso finale si noterebbero pieghe diverse magari. Mah, prima o poi andrebbe fatto. :wink:

vialemarx
Veterano Kinghiano
Veterano Kinghiano
Messaggi: 952
Iscritto il: lun dic 22, 2014 5:38 pm
Facebook: https://twitter.com/SimoneToscano86
Località: Roma

Re: L'Ultimo Cavaliere

Messaggioda vialemarx » lun mag 04, 2015 1:45 pm

Locke ha scritto:Come dissi tempo fa, ho letto il libro in questione un milione di anni fa o giù di li, credo fossero i primi anni novanta. Ero nella fase 'ho scoperto King e voglio leggere tutto'. Il libro non mi piacque per niente, era uno Stephen King differente e non apprezzai la storia che pareva sconclusionata e fuori da tutto. Un Pistolero solitario insegue un Uomo in Nero in un mondo che è andato avanti e in stile far west? Ma dove voleva andare a parare lo Zio?! Ho riletto poi il libro circa quindici anni dopo, ho proseguito con la saga de la Torre Nera e me ne sono appassionato. L'ultimo Cavaliere non invoglia il proseguire con la saga, ma già con La Chiamata dei tre le cose migliorano parecchio.
Interessante l'analisi di Pat, avrei quasi voglia di rileggere il libro affrontandolo da un'altra angolazione. Chissà, conoscendo l'intera storia con annesso finale si noterebbero pieghe diverse magari. Mah, prima o poi andrebbe fatto. :wink:



Ciao Locke! Non sono molto d' accordo quando dici che "L' ultimo cavaliere" non invoglia a proseguire la saga. Quando l'ho letto la prima volta mi è piaciuto anche se non in maniera eccessiva;diciamo che l'ho gradito quanto bastava per invogliarmi a proseguire. La seconda volta che l'ho letto (3 anni dopo) ho apprezzato molto di più il primo episodio della Torre Nera. Sono d' accordo quando dici che il livello con "La chiamata dei 3" si alzi in maniera vertiginosa. Se "L'ultimo cavaliere" può non incontrare il gusto di molti e può richiedere,per alcune categorie di lettori, un piccolo sforzo a continuare, con "La chiamata dei 3" e i romanzi successivi,interrompere la lettura è semplicemente impossibile.Oggi ti dico tranquillamente che nella mia classifica personale il romanzo più "debole" della saga della Torre Nera è "La canzone di Susannah" e non "L' ultimo cavaliere". Ma quando scrivo "debole" le virgolette non sono casuali, perchè considero il livello di ognuno di quei 7 romanzi ALTISSIMO.

Avatar utente
Terru_theTerror
Administrator
Administrator
Messaggi: 1289
Iscritto il: lun dic 06, 2010 3:12 pm

Re: L'Ultimo Cavaliere

Messaggioda Terru_theTerror » lun mag 04, 2015 3:30 pm

Grande Pat, il tuo entusiasmo è magnifico!
Mi piacerebbe dirti che con i libri che verranno avrai risposta a tutte le tue domande, ma come citi anche tu “la nuova conoscenza porta sempre a misteri ancor più profondi”, quindi non aspettarti che tutti i nodi vengano sciolti.
Continua a postarci le tue riflessioni e supposizioni anche con i prossimi libri, ti prego!

Lunghi giorni e piacevoli letture,
T_theT
"Io ho il cuore di un bambino... lo tengo in un barattolo sulla mia scrivania."

Avatar utente
Pat
Affezionato Kinghiano
Affezionato Kinghiano
Messaggi: 146
Iscritto il: gio dic 18, 2014 11:25 am

Re: L'Ultimo Cavaliere

Messaggioda Pat » lun mag 04, 2015 4:51 pm

:D
Sì il mio entusiasmo è alle stelle: sono a metà del libro successivo in poco più di 24 ore, in effetti la narrazione già dal secondo -non ditemi che c'è un aggiornamento pure in questo :lol: - è molto più fluida (e purtroppo minori anche le riflessioni). Potremmo considerare Il Cavaliere una sorta di "blocco d'appunti" in cui le cose sembrano "buttate lì", ma poi verranno riprese, giusto? (comunque sì rileggendolo penso si scoprano sfumature che ad una prima lettura possono essere sfuggite)
E se non tutti i misteri verranno svelati, meglio...(possiamo sempre sperare in un altro capitolo :wink: :D )

Avatar utente
hpr7
Administrator
Administrator
Messaggi: 724
Iscritto il: mar mar 04, 2008 4:16 pm
Località: Messina
Contatta:

Re: L'Ultimo Cavaliere

Messaggioda hpr7 » dom mag 24, 2015 9:03 am

Secondo voi è possibile che Allie
Spoiler: Mostra
dopo aver pronunciato il numero 19
possa essere venuta a conoscenza (Spoiler Revival)
Spoiler: Mostra
delle creature simili a formiche e della Grande Madre che infestano il regno dell'oltre?
:D
hpr7.com
Immagine
Immagine
The man in black fled across the desert, and the gunslinger followed

effedia
Poppante Kinghiano
Poppante Kinghiano
Messaggi: 3
Iscritto il: dom lug 05, 2015 7:24 am
Facebook: https://www.facebook.com/alessandra.tuoro

Re: L'Ultimo Cavaliere

Messaggioda effedia » mar lug 07, 2015 6:52 am

Io l'ho iniziato da qualche giorno,mi sono lasciata la serie per ultima,ma purtroppo sto facendo fatica ad andare avanti con L'ultimo Cavaliere :cry: ma non mollo,so che ne varrà la pena!!!

Avatar utente
Pat
Affezionato Kinghiano
Affezionato Kinghiano
Messaggi: 146
Iscritto il: gio dic 18, 2014 11:25 am

Re: L'Ultimo Cavaliere

Messaggioda Pat » mar lug 07, 2015 2:32 pm

:D
Brava, tanti hanno avuto i tuoi problemi, ma vedrai che già col prossimo libro della serie ti sentirai a "casa"
Buona lettura e facci sapere :wink:


Torna a “La Torre Nera”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron