La chiamata dei tre [Spoiler]

Tutto sulla saga Western-Fantasy di Roland di Gilead ed il suo ka-tet
Avatar utente
Boz
Administrator
Administrator
Messaggi: 305
Iscritto il: gio mag 22, 2003 2:11 pm
Località: Napoli
Contatta:

Re: La chiamata dei tre

Messaggioda Boz » sab feb 14, 2009 7:08 pm

Bella ha scritto:Io sto leggendo la Torre Nera adesso per la prima volta e poche settimane fa ho finito appunto questo libro, La chiamata dei Tre. Non posso dire ancora quale sia il mio preferito tra tutti e sette, ma sicuramente posso dire che questo è meraviglioso. I motivi sono simili a quelli già elencati, c'è moltissima azione, tutto questo passare da un luogo all'altro, da un tempo all'altro... fortissimo. Le parti per me più divertenti sono quando Roland attraversa la porta ed entra nella testa del terzo visitatore... è il momento in cui succedono una miriade di eventi, un momento molto importante dal punto di vista dell'intreccio della storia, perchè fa capire molte cose riguardo Detta/Odetta... divertente Roland quando vuole comprare le munizioni... e tutto quello che succede dopo.
Rispetto al primo capitolo, questo è molto ma molto più bello.

Sono contenta che ci sia un topic per ogni libro della saga... così aggiungo anche la mia opinione.

E' uno dei miei preferiti, proprio per la quantità di azione presente. E' anche vero che, come ho constatato negli anni, è il libro per eccellenza che fa smettere di leggere la saga. La maggior parte delle persone non riesce a superare la parte centrale, dedicata a detta/odeatta.
La parte nel cervello di jack mort è bella, mi piace (la scena della farmacia e quella dell'armeria sono bellissime per me), ma forse è superata dalla sezione dedicata ad Eddie, dal viaggio alla sparatoria...

Bella
Affezionato Kinghiano
Affezionato Kinghiano
Messaggi: 202
Iscritto il: lun dic 01, 2008 11:01 am
Località: Are u a stalker?

Re: La chiamata dei tre

Messaggioda Bella » mar feb 17, 2009 11:17 am

Crimson King ha scritto:se per terzo, intendi lo spacciatore, o come diamine si chiamava
quel tipo, non lo definirei affatto divertente


non ho detto che lui è un tipo divertente! Anzi, è proprio il contrario, ma tutta la situazione del negozio d'armi, in cui Roland, che non sa niente sul nostro mondo, deve cercare di sembrare un normale cittadino newyorkese... mi ha fatto divertire. Soprattutto quando entrano in scena i poliziotti... Poi c'è la parte che ti fa dire: beeeene, ottimo finale!

Crimson King ha scritto:è un picco nella malattia dell'intera produzione kinghiana, a mio parere.


Condivido il tuo pensiero pienamente.

susan_delgado
Volenteroso Kinghiano
Volenteroso Kinghiano
Messaggi: 43
Iscritto il: mer feb 11, 2009 12:49 am

Re: La chiamata dei tre

Messaggioda susan_delgado » mar feb 24, 2009 1:44 am

Questo libro l'ho letto tutto d'un fiato, bellissimo, mi ha catturata sin dall'inizio quando Roland
Spoiler: Mostra
sembra quasi morire dopo essere stato attaccato dalle aramostre
... E poi tutta la vicenda di Eddie, quella si Susan... insomma non c'è un attimo di pausa!
Come hanno scritto altri in questo topic, è vero che la saga della Torre è composta da libri decisamente eterogenei tra loro, sia come stile che come narrazione, ma è abbastanza naturale perchè è stata scritta a distanza di vent'anni circa, anche di più, e nel corso di questi l'autore è cresciuto anche come scrittore..
Anche se io (che sono al quarto libro,quasi finito :lol: ) ho apprezzato moltissimo anche L'ultimo Cavaliere, la poeticità, il mistero che aleggia su questo personaggio di Roland, il suo passato oscuro... dopo le prime pagine, un po' difficili, viene voglia di leggere tutta la storia :mrgreen:
Ultima modifica di hpr7 il mar feb 24, 2009 12:07 pm, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Inserita l'opzione spoiler :D

Avatar utente
Monese
Affezionato Kinghiano
Affezionato Kinghiano
Messaggi: 183
Iscritto il: ven ago 08, 2008 10:50 am
Località: Bressanone

Re: La chiamata dei tre

Messaggioda Monese » gio feb 26, 2009 10:40 am

francamente io devo dire che l'ultimo cavaliere non mi è piaciuto poi così' tanto, a parte la parte che sono nelle caverne. Comunque, oggi ho deciso di leggere il terzo, e andare avanticon la saga

Avatar utente
Jenny
Volenteroso Kinghiano
Volenteroso Kinghiano
Messaggi: 50
Iscritto il: mer ago 20, 2008 2:19 pm
Località: Padova

Re: La chiamata dei tre

Messaggioda Jenny » gio feb 26, 2009 9:56 pm

L'ultima immagine del Bimbolo assomiglia vagamente a Willy il coyote... E' impossibile non sapere cos'è... Vuol dire non averne letto nemmeno uno.. eh!! :shock:
Comunque io me l'immagino più come un procione.. Che dolce!

Mr.Pinkle
Affezionato Kinghiano
Affezionato Kinghiano
Messaggi: 100
Iscritto il: lun giu 30, 2008 9:47 pm

Re: La chiamata dei tre

Messaggioda Mr.Pinkle » ven feb 27, 2009 10:59 am

L'unica cosa che non sopporto è la parola "aramostre"... :D Mi sembra che sia una roba per bambini, la leggo e non riesco ad essere in tensione in quella parte del libro, quella parola mi ha rovinato gran parte dell'incipit di La chiamata dei tre...

Avatar utente
Crimson King
Io e King siamo una cosa sola!
Io e King siamo una cosa sola!
Messaggi: 1125
Iscritto il: mar mar 04, 2008 8:34 pm
Località: Can'-Ka No Rey
Contatta:

Re: La chiamata dei tre

Messaggioda Crimson King » ven mar 13, 2009 3:45 pm

Mr.Pinkle ha scritto:L'unica cosa che non sopporto è la parola "aramostre"... :D Mi sembra che sia una roba per bambini, la leggo e non riesco ad essere in tensione in quella parte del libro, quella parola mi ha rovinato gran parte dell'incipit di La chiamata dei tre...

alla feltrinelli ce l'avevano in inglese
e ricordo d'averlo sfogliato: purtroppo
fa parte della trasposizione italiana
perché - ricordo - la parola
inglese mi aveva molto affascinato.

Avatar utente
Locke
Administrator
Administrator
Messaggi: 1007
Iscritto il: mar mar 04, 2008 4:56 pm
Facebook: https://www.facebook.com/mauro.costantino
Località: Torino
Contatta:

Re: La chiamata dei tre

Messaggioda Locke » ven mar 13, 2009 3:57 pm

Mr.Pinkle ha scritto:L'unica cosa che non sopporto è la parola "aramostre"... :D Mi sembra che sia una roba per bambini, la leggo e non riesco ad essere in tensione in quella parte del libro, quella parola mi ha rovinato gran parte dell'incipit di La chiamata dei tre...

Se non ricordo male in versione originale l'Aramostra è Lobstrosity o qualcosa di questo genere, da lobster e mostruosity (astice e mostuosità).
In ogni caso: «Didacevi? Didadoci? Damaciami? Didarami?» e occhio perchè mordono... :mrgreen:

Avatar utente
.:: Jack Viaggiante ::.
Affezionato Kinghiano
Affezionato Kinghiano
Messaggi: 120
Iscritto il: sab feb 21, 2009 9:25 pm

Re: La chiamata dei tre

Messaggioda .:: Jack Viaggiante ::. » ven apr 17, 2009 9:19 pm

questo è sicuramente il libro che mi è piaciuto di piu di tutta la saga.. il momento in cui Roland trova la porta mi fa ancora venire i brividi :D questo poi è il libro che ha reso Eddie il mio personaggio preferito..
Misery
Immagine Immagine Immagine

Avatar utente
PONS
Poppante Kinghiano
Poppante Kinghiano
Messaggi: 15
Iscritto il: mar apr 28, 2009 2:17 pm
Località: Pordenone

Re: La chiamata dei tre

Messaggioda PONS » gio apr 30, 2009 1:19 pm

Oddio ma è bellissimo!!!e io che lo immaginavo tipo un tapiro...si insomma una cosa bassa e grassottella...la seconda immagine è spettacolare!!credo che gli si addica anche il nome..bimbolo...
Francesca

MallA
Poppante Kinghiano
Poppante Kinghiano
Messaggi: 9
Iscritto il: ven apr 10, 2009 2:41 pm

Re: La chiamata dei tre

Messaggioda MallA » sab set 05, 2009 2:25 pm

A proposito di traduzioni dall'inglese e di Jack Mort... ma il fatto che sia definito "lo spacciatore" è dovuto al fatto che nella versione inglese la parola è "pusher", cioè "colui che spinge" e indica anche chi vende la droga? per questo Eddie è sgomento quando vede la scritta sulla porta?

cinastic
Poppante Kinghiano
Poppante Kinghiano
Messaggi: 14
Iscritto il: gio dic 17, 2009 3:38 pm

Re: La chiamata dei tre

Messaggioda cinastic » dom dic 20, 2009 3:30 pm

Ho pensato, leggendolo, che King ci possa perdere un bel po nella traduzione.
The Pusher, il gioco di parole spingitore/spacciatore, non viene spiegato, e il lettore italiano non capisce una cippa di mi****a.
Il termine "aramostre" pure a me non piaceva. Lobtruosity in effetti è geniale invece.
Però mi intristisce pensare che tante saranno le cose che andranno perse nella traduzione, e che non potrò recuperare.
Prchè non è un telefilm sottotitolato e non riesco a leggere in inglese un romanzo intero.
Magari recupero la versione originale e faccio ogni tanto un paragone.

cinastic
Poppante Kinghiano
Poppante Kinghiano
Messaggi: 14
Iscritto il: gio dic 17, 2009 3:38 pm

Re: La chiamata dei tre

Messaggioda cinastic » dom dic 20, 2009 3:41 pm

Un'altra cosa.
Spoiler: Mostra
A me non ha convinto il modo in cui viene coinvolta Detta/Odetta.
Per Eddie la cosa è stata graduale. Il ragazzo ha subito una serie di shok. E poi viene coinvolto in una grande avventura di cui non sa niente, suo malgrado.
Per la ragazza la cosa non succede, mi pare. La personalità "buona" accetta la storia come un sogno a occhi aperti. La "cattiva" fa il diavolo a quattro. Poi vivono tutti felici e contenti.
Quando accetta la sua situazione? Come affronta l'abbandono della vita precedente? Non vi pare un po brusca come "chiamata"?
E poi, perchè nessuno dei due se la piglia con Roland per come li ha coinvolti in una cosa di cui non sanno niente? Una cosa che (in apparenza, credo) non li riguarda.
Immagino che certe cose verranno risolte più avanti, ma, non lo so, affrontare il "trauma della chiamata" dovrebbe essere stato un tema centrale di questo libro.
Mi paiono un po passivi come personaggi... No?
Che ne pensate?


(Non so se posso entrare nei particolari della trama. Se posso considerare il secondo capitolo letto per tutti in questa stanza. Perciò ho spoilerato.)

francesca.nirvana
Poppante Kinghiano
Poppante Kinghiano
Messaggi: 8
Iscritto il: mer dic 16, 2009 2:27 pm

Re: La chiamata dei tre

Messaggioda francesca.nirvana » dom dic 20, 2009 11:21 pm

Secondo me invece il comportamento di Detta/Odetta è giustificato,così come quello di Eddie. Entrambi non hanno perso nulla nei loro mondi di provenienza. Eddie era solo un drogato, senza nessuna prospettiva per il futuro, che odiava la sua vita, ma non rinunciava ad essa per amore nei confronti di Henry. Dopo la morte del fratello, come dice lui stesso, non ha niente per cui vivere.Per Detta, invece, credo non ci sia alcuna differenza tra un mondo ed un altro: un animo malvagio come il suo è legato solo a se stesso. Odetta, come ha detto Boz, crede che sia solo frutto di un sogno o di un trauma, e, soprattutto, preferisce non accettare una realtà così difficile da comprendere (così come rifiuta di accettare la presenza di Detta). Quindi entrambi nel mondo di Roland hanno trovato la felicità (il ricongiungimento,anche se non totale, tra le due personalità per Susannah; un senso alla propria vita per Eddie; l'amore per entrambi) e la loro natura.

cinastic
Poppante Kinghiano
Poppante Kinghiano
Messaggi: 14
Iscritto il: gio dic 17, 2009 3:38 pm

Re: La chiamata dei tre

Messaggioda cinastic » lun dic 21, 2009 10:40 pm

Mi sono spiegato male.
Non mi convince come King li ha convinti a lasciare una vita normale per seguire un'avventura di cui non si sa ancora (leggo il primo capitolo di Waste Lands) niente.
I due "sentono" qualcosa, per ora. E mi sembra una scappatoia narrativa.
Se per Eddie comunque la cosa è un pò più argomentata, in parte convincente, Detta/Odetta subisce una scelta senza potere fare altro che adeguarsi.
Due persone normali coverebbero un odio e un risentimento nei confonti di Roland, a mio avviso.


Torna a “La Torre Nera”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron