LDG di Giugno: Il racconto dell'ancella

sam
Io e King siamo una cosa sola!
Io e King siamo una cosa sola!
Messaggi: 2833
Iscritto il: mar mar 17, 2009 7:49 pm
Località: ravenna
Contatta:

LDG di Giugno: Il racconto dell'ancella

Messaggioda sam » mar mag 30, 2017 12:39 pm

Per la lettura di gruppo di Giugno è stato scelto, con il solito metodo giusto e democratico, Il Racconto dell'Ancella di Margaret Atwood!
Si tratta di un libro distopico, anche abbastanza cortino, da cui hanno tratto una serie TV proprio di recente.. insomma non c'è nessun motivo per non partecipare con noi alla lettura perché si tratta di un bel libro ma non impegnativo come altri.
Come sempre, divideremo il libro in 4 parti:

5 GIUGNO; PRIMA PARTE: Dall'inizio fino a VI La famiglia (escluso)
12 GIUGNO; SECONDA PARTE: Da VI La famiglia a 26 (escluso)
19 GIUGNO; TERZA PARTE: Da 26 a 36 (escluso)
26 GIUGNO; QUARTA PARTE: Da 36 alla fine

Cosa significa tutto ciò? Significa che potete leggere il libro come e quando vi pare ma che potrete commentare solamente le parti indicate e solamente dalla data che vedete a fianco. Se leggete più veloce e volete commentare prima perché se no vi dimenticate ogni cosa commentate indicando la parte in argomento e mettendo sotto spoiler. I commenti corti o semplici frasi sono ben accetti ma solo dalla data segnata in poi, per evitare spoiler a chi deve ancora arrivare a quel punto della lettura! Se rimanete indietro e non volete spoiler non leggete la conversazione prima di esservi messi in pari :wink:

Buona lettura a tutti, questa volta sono sicura non ce ne pentiremo :mrgreen:
I fenomeni naturali sono tutti irreversibili......

Avatar utente
Terru_theTerror
Administrator
Administrator
Messaggi: 1289
Iscritto il: lun dic 06, 2010 3:12 pm

Re: LDG di Giugno: Il racconto dell'ancella

Messaggioda Terru_theTerror » mar mag 30, 2017 4:55 pm

Che si dia inizio alla lettura!

Lunghi giorni e piacevoli LdG,
T_theT
"Io ho il cuore di un bambino... lo tengo in un barattolo sulla mia scrivania."

rose
Veterano Kinghiano
Veterano Kinghiano
Messaggi: 590
Iscritto il: mar giu 09, 2015 12:44 pm

Re: LDG di Giugno: Il racconto dell'ancella

Messaggioda rose » mer mag 31, 2017 6:41 pm

Presente. :mrgreen:
8) ognuno rasenta il ridicolo come gli viene 8)

Avatar utente
Locke
Administrator
Administrator
Messaggi: 1041
Iscritto il: mar mar 04, 2008 4:56 pm
Località: Torino
Contatta:

Re: LDG di Giugno: Il racconto dell'ancella

Messaggioda Locke » mer mag 31, 2017 7:43 pm

Ho talmente rotto le scatole ed è stata dura​ non leggerlo da solo, ma ora...
Sto seguendo la serie tv The Handmaid's tale e sono curioso di leggere l'originale da cui è tratta. Mi piacciono i libri distopici e spero che questo sia all'altezza dei migliori di questo genere. Libro abbastanza corto che credo si legga facilmente.

Avatar utente
Locke
Administrator
Administrator
Messaggi: 1041
Iscritto il: mar mar 04, 2008 4:56 pm
Località: Torino
Contatta:

Re: LDG di Giugno: Il racconto dell'ancella

Messaggioda Locke » lun giu 05, 2017 10:39 am

E daje con la prima parte! :mrgreen:

A causa di guerre e inquinamento radioattivo, gli Stati uniti, come li conosciamo, non esistono più. Ora c'è la Repubblica di Galaad, una società totalitaria e pesantemente maschilista che si basa su un concetto di ispirazione biblica. Da subito si è catapultati in un mondo claustrofobico, sembra di essere tornati al medioevo, tra personaggi particolari. Ancelle, Marte, Comandanti, Occhi e via discorrendo. Diffred, la protagonista, e ben presto capiremo il perché di quel nome, racconta in prima persona ciò che sta vivendo. Inizio promettente, da subito capiamo cosa succede intorno a lei, ma non come sia successo. Prima parte scorrevole, nonostante i continui cambi dovuti ai flashback della protagonista.
Sto seguendo la serie tv tratta dal libro e, sapendo già parecchio, trovo, almeno per ora, ottimo l'originale. Come pensavo mi sta piacendo, nonostante stia soffrendo insieme a Diffred, mamma mia.

sam
Io e King siamo una cosa sola!
Io e King siamo una cosa sola!
Messaggi: 2833
Iscritto il: mar mar 17, 2009 7:49 pm
Località: ravenna
Contatta:

Re: LDG di Giugno: Il racconto dell'ancella

Messaggioda sam » lun giu 05, 2017 12:04 pm

COMMENTO PRIMA PARTE:
Io non ho ancora visto la serie tv perciò parto come neofita nella lettura di questo romanzo che voglio leggere da anni ma di cui ho sempre rimandato la lettura per un motivo o per l'altro. Inizialmente, e parlo proprio delle primissime pagine, non ci capivo niente e perciò la lettura non mi aveva presa. Subito dopo, però, sono entrata nel contesto e tac! subito presa dalla storia! Gli spunti di riflessione sono qualcosa come un milione e mezzo, infatti ho tutto l'ebook sottolineato, che nemmeno un saggio :mrgreen: per ora ha più che altro descritto la società (molto interessante), ha fatto più o meno capire i motivi che l'hanno portata ad essere così (sempre la società) e ci ha svelato sufficientemente attraverso i flashback della vita "precedente" vissuta dalla protagonista. Per ora un ottimo avvio, certo bisogna vedere la trama vera e propria e meglio il carattere della protagonista che, per ora, non gode particolarmente della mia stima, però è tutto da vedere e da scoprire ancora! Fermo restando che ho già notato che, come ho già detto, gli spunti di riflessione sono tanti perciò dubito che l'aspetto dispotico e di utilità del libro possa venir meno, quindi in ogni caso si tratterebbe di una buona lettura, per quanto mi riguarda!
I fenomeni naturali sono tutti irreversibili......

Avatar utente
Terru_theTerror
Administrator
Administrator
Messaggi: 1289
Iscritto il: lun dic 06, 2010 3:12 pm

Re: LDG di Giugno: Il racconto dell'ancella

Messaggioda Terru_theTerror » lun giu 05, 2017 2:12 pm

Ad occhi chiusi, per non leggere le vostre recensioni, annuncio il mio ritardissimo nella LDG di questo mese. Provo a recuperarvi strada facendo: non correte troppo!!

Lunghi giorni e piacevoli letture,
T_theT
"Io ho il cuore di un bambino... lo tengo in un barattolo sulla mia scrivania."

rose
Veterano Kinghiano
Veterano Kinghiano
Messaggi: 590
Iscritto il: mar giu 09, 2015 12:44 pm

Re: LDG di Giugno: Il racconto dell'ancella

Messaggioda rose » mar giu 06, 2017 2:23 am

Commento della prima parte:

Partiamo dall'inizio: la copertina. Già questa mi ha catturato. È espressiva...descrive perfettamente la situazione in cui si trova la protagonista...con le spalle al muro. Le ombre e la mancanza di un volto definito fanno il resto.
Mi ha colpito questo particolare proprio perché Diffred sembra sia stata privata in qualche modo del suo vero io e quello che ora mi domando è cosa effettivamente sia successo...lei ha un consistente passato, un marito e una figlia..come e perché li ha persi? Perché è costretta a fare l'ancella? Cosa ha reso rari i bambini?
..e poi c'è la scena con i turisti giapponesi...quindi un mondo "normale" esiste ancora fuori da questa società che sembra un mix fra un villaggio di mormoni e Berlino est in piena guerra fredda.

Anche io come Sam trovo strana la protagonista, che per il momento risulta torbida..come se fosse priva di un carattere, ne forte ne debole...lei si limita a raccontare il suo punto di vista ma senza un obiettivo..non pianifica, non progetta..lei racconta...per il momento.

Altra cosa che mi ha colpito è la descrizione della stanza...questo sottolineare il fatto che sia assolutamente a prova di suicidio...come se l'unica via di fuga fosse quella..

Insomma...devo dire che mi sta proprio piacendo..non vedo l'ora di proseguire la lettura.
8) ognuno rasenta il ridicolo come gli viene 8)

sam
Io e King siamo una cosa sola!
Io e King siamo una cosa sola!
Messaggi: 2833
Iscritto il: mar mar 17, 2009 7:49 pm
Località: ravenna
Contatta:

Re: LDG di Giugno: Il racconto dell'ancella

Messaggioda sam » mar giu 06, 2017 9:31 am

rose ha scritto:Commento della prima parte:

Partiamo dall'inizio: la copertina. Già questa mi ha catturato. È espressiva...descrive perfettamente la situazione in cui si trova la protagonista...con le spalle al muro. Le ombre e la mancanza di un volto definito fanno il resto.
Mi ha colpito questo particolare proprio perché Diffred sembra sia stata privata in qualche modo del suo vero io e quello che ora mi domando è cosa effettivamente sia successo...lei ha un consistente passato, un marito e una figlia..come e perché li ha persi? Perché è costretta a fare l'ancella? Cosa ha reso rari i bambini?
..e poi c'è la scena con i turisti giapponesi...quindi un mondo "normale" esiste ancora fuori da questa società che sembra un mix fra un villaggio di mormoni e Berlino est in piena guerra fredda.

Anche io come Sam trovo strana la protagonista, che per il momento risulta torbida..come se fosse priva di un carattere, ne forte ne debole...lei si limita a raccontare il suo punto di vista ma senza un obiettivo..non pianifica, non progetta..lei racconta...per il momento.

Altra cosa che mi ha colpito è la descrizione della stanza...questo sottolineare il fatto che sia assolutamente a prova di suicidio...come se l'unica via di fuga fosse quella..

Insomma...devo dire che mi sta proprio piacendo..non vedo l'ora di proseguire la lettura.


Sai che la copertina non l'avevo notata?
Infatti, io ci sono rimasta quando c'è stata quella scena, perché spesso in un libro distopico l'unica realtà esistente o esistente per i personaggi è quella che vivono loro, invece qui sono consapevoli che "fuori" non è così come da loro! E quindi viene da chiedersi, ma gli altri sanno che non hanno modo di uscire da lì o pensano davvero che quando dicono loro di essere felici lo siano davvero, altrimenti non resterebbero lì? Strano anche che in un posto così chiuso, dove addirittura hanno paura che ci si suicidi, facciano entrare così facilmente dei turisti totalmente diversi da loro. Mah, vedremo!
I fenomeni naturali sono tutti irreversibili......

Avatar utente
Terru_theTerror
Administrator
Administrator
Messaggi: 1289
Iscritto il: lun dic 06, 2010 3:12 pm

Re: LDG di Giugno: Il racconto dell'ancella

Messaggioda Terru_theTerror » gio giu 08, 2017 8:29 am

Iniziata la lettura, e di corsa cerco di recuperarvi!

Lunghi giorni e piacevoli letture,
T_theT
"Io ho il cuore di un bambino... lo tengo in un barattolo sulla mia scrivania."

Avatar utente
Locke
Administrator
Administrator
Messaggi: 1041
Iscritto il: mar mar 04, 2008 4:56 pm
Località: Torino
Contatta:

Re: LDG di Giugno: Il racconto dell'ancella

Messaggioda Locke » lun giu 12, 2017 11:39 am

Si prosegue con la lettura e ci si addentra sempre di più nella vita di Difred. Continua il racconto della protagonista, tra ricordi della vita precedente e quella attuale. Dai ricordi di lei bambina, all'addestranento nel centro rosso, alla descrizione della "cerimonia", punto focale della vita di ogni ancella. Perché un'ancella a quello serve, procreare. Ed ecco che ci viene raccontato cosa succede quando una di queste partorisce, con tutte le mogli dei comandanti e le ancelle riunite in una scena abbastanza surreale. Con la moglie deputata, massaggiata neanche fosse lei a dover partorire.
Interessante la svolta con il Comandante che inizia a incontrare Difred di nascosto, sembra per giocare a Scarabeo. Ma sarà solo per quello? La stessa cosa succedeva alla precedente Difred? Allora cosa le è successo?

sam
Io e King siamo una cosa sola!
Io e King siamo una cosa sola!
Messaggi: 2833
Iscritto il: mar mar 17, 2009 7:49 pm
Località: ravenna
Contatta:

Re: LDG di Giugno: Il racconto dell'ancella

Messaggioda sam » lun giu 12, 2017 3:27 pm

COMMENTO SECONDA PARTE:
Lentamente (anche troppo per i miei gusti) si cominciano a scoprire più cose, il passato di Difred e i "compiti" della sua vita presente. Non riesco a non pensare che avrei tanto voluto che la protagonista fosse, invece, Moira, ma ormai abbiamo lei.. me la farò andar bene!
Finalmente un minimo di svolta con il Comandante che pian piano cerca di circuirsela, e lei tenta di fare viceversa.
Quello che appare chiaro ed evidente è l'infinita tristezza di ognuno di loro.
Le mogli che sono costrette a vedere i marito far sesso con un'altra.
Le "altre" che sono costrette ad una vita priva di qualsiasi svago e a farsi montare a scopo gravidanza.
I mariti che devono destreggiarsi tra quello che vogliono e quello che devono mostrare di volere. Lui che dice a Difred "baciami come se lo volessi"
insomma, un bello schifo di mondo.
I temi trattati sono interessanti, mi piacciono gli spunti di riflessione, però un po' mi annoio, più che altro perché la protagonista mi sta antipatica da morire, non per l'atteggiamento remissivo che è costretta ad avere ma per i suoi pensieri, troppo "piagnona" non mi ci immedesimo per niente. Spero che qualcosa cambi sotto questo aspetto. (e tra tutto ciò che le manca questa fissa per la crema per le mani io proprio non potrò mai e poi mai capirla, ma mannaggia hai un'intera libreria davanti!!! svegliaaaaa)
I fenomeni naturali sono tutti irreversibili......

Avatar utente
Locke
Administrator
Administrator
Messaggi: 1041
Iscritto il: mar mar 04, 2008 4:56 pm
Località: Torino
Contatta:

Re: LDG di Giugno: Il racconto dell'ancella

Messaggioda Locke » lun giu 12, 2017 3:49 pm

Un po' moscia la protagonista appare in effetti, ma ho sempre pensato che, vista la situazione nella quale vive, ci può stare. Sono d'accordo che si fa fatica a farsela piacere, più che altro si empatizza con lei per via di ciò che deve passare.
sam ha scritto:Quello che appare chiaro ed evidente è l'infinita tristezza di ognuno di loro.
Le mogli che sono costrette a vedere i marito far sesso con un'altra.
Le "altre" che sono costrette ad una vita priva di qualsiasi svago e a farsi montare a scopo gravidanza.

È quello che mi chiedo dall'inizio, la società è estremamente maschilista, la donna è sottomessa. Ma non solo le ancelle, anche le "privilegiate" mogli dei comandanti. Non credo che a loro stia bene la cosa, seppur venga giustificata dal fatto che desiderino a ogni costo di avere un figlio.
sam ha scritto: (e tra tutto ciò che le manca questa fissa per la crema per le mani io proprio non potrò mai e poi mai capirla, ma mannaggia hai un'intera libreria davanti!!! svegliaaaaa)

Non si può Sam, è vietato! Certo che la rivista patinata però... Sveglia Difred, VERGOGNA 1!1!!1 :mrgreen:

sam
Io e King siamo una cosa sola!
Io e King siamo una cosa sola!
Messaggi: 2833
Iscritto il: mar mar 17, 2009 7:49 pm
Località: ravenna
Contatta:

Re: LDG di Giugno: Il racconto dell'ancella

Messaggioda sam » mer giu 14, 2017 3:02 pm

e comunque così non è avere un figlio :roll: e non capisco il perché dell'abbandono delle tecnologie.. però magari si scoprirà più avanti!
Piuttosto.. Rose dov'è?? :evil:
I fenomeni naturali sono tutti irreversibili......

rose
Veterano Kinghiano
Veterano Kinghiano
Messaggi: 590
Iscritto il: mar giu 09, 2015 12:44 pm

Re: LDG di Giugno: Il racconto dell'ancella

Messaggioda rose » gio giu 15, 2017 2:10 am

sam ha scritto:e comunque così non è avere un figlio :roll: e non capisco il perché dell'abbandono delle tecnologie.. però magari si scoprirà più avanti!
Piuttosto.. Rose dov'è?? :evil:


Fatto ritardo pullman ..mangiato compiti cane..entrata alla seconda ora...ho capito per domani scriverò 100 volte la frase "non devo commentare in ritardo".. :mrgreen: :mrgreen:

Commento seconda parte

Continua il racconto di Difred, che oscilla fra presente e passato.. come un ago, passa da una parte all'altra un pezzo di stoffa, la protagonista tenta di cucire i due pezzi della donna che era e di quella che è adesso.
Sembra che ci siano due difred: una è quella che si è rassegnata ad essere un'incubatrice umana, il cui unico scopo è vivere..e basta; l'altra è una difred che si sforza di non dimenticare e che sembra avere almeno qualche impeto di ribellione.

Gli elementi centrali di questa seconda parte sono certamente la scena del parto e questa strana relazione, ancora torbida per il momento, che si instaura col comandante..entrambi si sono messi in una posizione compromettente..cosa sperano di ottenere? Oppure lo scopo è proprio godere della trasgressione e di un qualcosa di proibito?

Ormai l'abbiamo capito, il rapporto delle ancelle e delle mogli è molto complicato..è quasi come se la vera relazione dovesse passare per le due donne, in cui una è il surrogato dell'altra.. Quello che mi ha lasciato perplessa è il fatto che TUTTE, sia le mogli che le ancelle, siano costrette ad assistere e immedesimarsi a loro volta durante il parto. Perché c'è tutto questo interesse a controllare ciò che pensano, dicono e fanno le donne? Questa necessità di farle stare in una posizione di inferiorità?
Lo scopriremo solo vivendo..
E comunque chiunque governi quel sistema sociale è un deficiente.
La scena del medico dice tutto..che senso ha far procreare in questa maniera se il problema è fare bambini sani? Le probabilità si riducono sensibilmente.

Devo dire che nel complesso mi sta piacendo, però come Sam non riesco proprio ad immedesimarmi nella protagonista, anche se sarei curiosa di sapere cosa le sarebbe toccato fare se non avesse scelto di diventare ancella...cosa sono queste nondonne :?:
Aspettiamo la terza parte
8) ognuno rasenta il ridicolo come gli viene 8)


Torna a “Letteratura”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti

cron