la storia di Lisey dove la mettiamo????

Tutto ciò che riguarda le opere del Re.
Avatar utente
hatter
Veterano Kinghiano
Veterano Kinghiano
Messaggi: 919
Iscritto il: ven lug 27, 2012 6:42 pm

Re: la storia di Lisey dove la mettiamo????

Messaggioda hatter » gio feb 05, 2015 10:43 pm

vialemarx ha scritto:
hatter ha scritto:Mmm sono due cose diverse..
Partendo dal presupposto che non sono un amante dei personaggi femminili..
Direi Rose Madder ma per esserne certa dovrei rileggere entrambi i romanzi in questo tempo.. Li ho letti in un altra età e non so dirti quale preferirei ora..


Perché preferisci i personaggi maschili ai femminili?


Non so li trovo piu interessanti in generale (sempre che sappiano il fatto loro) :D
Con le donne parto un po prevenuta.
Fortunatamente King non le rende noiose ma difficilmente provo una simpatia immediata per loro.
Sui personaggi maschili c è molto di piu da raccontare.. Le storie possono variare..
Le donne bene o male sanno cio che vogliono o dove vogliono arrivare e si raccontano nel loro cammino..
Non so dove sto andando a parare. Magari la risposta è piu semplice.
Le donne le conosco.
Gli uomini no.
No One

vialemarx
Veterano Kinghiano
Veterano Kinghiano
Messaggi: 952
Iscritto il: lun dic 22, 2014 5:38 pm
Facebook: https://twitter.com/SimoneToscano86
Località: Roma

Re: la storia di Lisey dove la mettiamo????

Messaggioda vialemarx » ven feb 06, 2015 10:25 am

Si capisco cosa intendi, Hatter. King ha l' abilità di calarsi nei panni di una donna con una credibilità totale. Ti scordi totalmente che dietro quel personaggio femminile ci sia un uomo di mezza età americano che batte a macchina. Ma diciamo che lui questo riesce a farlo anche quando il soggetto è un bambino, un adolescente, un mostro o persino un animale. Da questo punto di vista è inattaccabile a mio avviso.

Avatar utente
hatter
Veterano Kinghiano
Veterano Kinghiano
Messaggi: 919
Iscritto il: ven lug 27, 2012 6:42 pm

Re: la storia di Lisey dove la mettiamo????

Messaggioda hatter » sab feb 07, 2015 1:14 pm

vialemarx ha scritto:Si capisco cosa intendi, Hatter. King ha l' abilità di calarsi nei panni di una donna con una credibilità totale. Ti scordi totalmente che dietro quel personaggio femminile ci sia un uomo di mezza età americano che batte a macchina. Ma diciamo che lui questo riesce a farlo anche quando il soggetto è un bambino, un adolescente, un mostro o persino un animale. Da questo punto di vista è inattaccabile a mio avviso.


Lo penso anche io, i personaggi non sono solo personaggi ma diventano reali.. !
No One

Dalfi
Volenteroso Kinghiano
Volenteroso Kinghiano
Messaggi: 97
Iscritto il: dom mar 03, 2013 12:46 pm

Re: la storia di Lisey dove la mettiamo????

Messaggioda Dalfi » mar mar 03, 2015 11:43 pm

Lo sto leggendo in questi giorni e devo ammettere che se non ci si mette come si deve, non si capisce quasi niente. E' davvero "complicato" da leggere

Avatar utente
hatter
Veterano Kinghiano
Veterano Kinghiano
Messaggi: 919
Iscritto il: ven lug 27, 2012 6:42 pm

Re: la storia di Lisey dove la mettiamo????

Messaggioda hatter » mer mar 04, 2015 5:56 pm

Dalfi ha scritto:Lo sto leggendo in questi giorni e devo ammettere che se non ci si mette come si deve, non si capisce quasi niente. E' davvero "complicato" da leggere


Trovi? Io nn ho fatto così fatica, ma ognuno alla fine la vive a modo suo, è questo il bello! :D
No One

Dalfi
Volenteroso Kinghiano
Volenteroso Kinghiano
Messaggi: 97
Iscritto il: dom mar 03, 2013 12:46 pm

Re: la storia di Lisey dove la mettiamo????

Messaggioda Dalfi » mer mar 04, 2015 6:35 pm

hatter ha scritto:
Dalfi ha scritto:Lo sto leggendo in questi giorni e devo ammettere che se non ci si mette come si deve, non si capisce quasi niente. E' davvero "complicato" da leggere


Trovi? Io nn ho fatto così fatica, ma ognuno alla fine la vive a modo suo, è questo il bello! :D


Oggi sono andato avanti ed effettivamente l'ho trovato molto semplice!
Vado in confusione quando King analizza "la psiche" dei suoi personaggi (mi era successo anche con Eddie nella saga della Torre) :twisted:
Devo dire che sta iniziando a piacermi :)

Avatar utente
hatter
Veterano Kinghiano
Veterano Kinghiano
Messaggi: 919
Iscritto il: ven lug 27, 2012 6:42 pm

Re: la storia di Lisey dove la mettiamo????

Messaggioda hatter » mer mar 04, 2015 6:41 pm

Dalfi ha scritto:
hatter ha scritto:
Dalfi ha scritto:Lo sto leggendo in questi giorni e devo ammettere che se non ci si mette come si deve, non si capisce quasi niente. E' davvero "complicato" da leggere


Trovi? Io nn ho fatto così fatica, ma ognuno alla fine la vive a modo suo, è questo il bello! :D


Oggi sono andato avanti ed effettivamente l'ho trovato molto semplice!
Vado in confusione quando King analizza "la psiche" dei suoi personaggi (mi era successo anche con Eddie nella saga della Torre) :twisted:
Devo dire che sta iniziando a piacermi :)



Bene! Ne sono felice! Oddio io Eddie lo adoro, davvero un gran personaggio, anzi, per come la vedo io non è proprio solo un personaggio in realtà ma.. Una persona in carne ed ossa, ma questi sono dettagli.. Ahahahahha
No One

vialemarx
Veterano Kinghiano
Veterano Kinghiano
Messaggi: 952
Iscritto il: lun dic 22, 2014 5:38 pm
Facebook: https://twitter.com/SimoneToscano86
Località: Roma

Re: la storia di Lisey dove la mettiamo????

Messaggioda vialemarx » mer mar 11, 2015 4:08 pm

Mah, secondo me è un libro tutt'altro che semplice. E' un libro che richiede concentrazione e tempo, ma ne vale la pena perchè è struggente e bellissimo.

Dalfi
Volenteroso Kinghiano
Volenteroso Kinghiano
Messaggi: 97
Iscritto il: dom mar 03, 2013 12:46 pm

Re: la storia di Lisey dove la mettiamo????

Messaggioda Dalfi » gio mar 19, 2015 10:13 pm

Qualcuno sa dirmi se esiste un disegno, una rappresentazione grafica, una qualsiasi cosa di questo tipo sulla
Spoiler: Mostra
pozza???

La descrizione mi ha letteralmente rapito, mi sembrava di esserci di persona. Stupenda!

Avatar utente
AlexMai
Affezionato Kinghiano
Affezionato Kinghiano
Messaggi: 264
Iscritto il: gio nov 05, 2015 12:36 pm
Facebook: 1345914693
Località: Roma
Contatta:

Re: la storia di Lisey dove la mettiamo????

Messaggioda AlexMai » mar nov 10, 2015 12:36 pm

Il mio King moderno preferito... ecco quello che ne scrissi appena terminata la lettura :)

Loving you without you now

Amarti anche se non ci sei più. Il titolo di una canzone tratta dal nuovo album di Paul Stanley, frontman di quei Kiss spesso citati in modo oscuro o esplicito da Stephen King nei suoi romanzi, si presta bene a descrivere in una sola frase l'ultima fatica del maestro di Bangor.
Lisey's story, La storia di Lisey, è l'ennesimo giro di giostra dedicato a uno scrittore: Tabitha, la moglie di Stephen, non ha preso bene quest'ultimo romanzo, gli ha chiesto se c'era davvero bisogno di un'altra storia del genere, dopo Misery, Mucchio d'ossa, La metà oscura e i molti altri lavori cui state pensando.
Ma stavolta il protagonista non è lo scrittore, quanto la sua superstite moglie, che continua ad amarlo anche se lui non c'è più.
Lisey è la dolce metà, oscura fino alla morte del marito, ritratta in secondo piano su alcune delle foto che suo marito Scott Landon ha conservato nel suo studio. Moglie che lo ha salvato diverse volte, sia metaforicamente dai demoni del passato, sia praticamente da un "cowboy dallo spazio profondo". Questo e altri termini ci fanno compagnia in questo "forcuto" libro, dove la soluzione ai problemi richiede che vengano "cinghiati". All'inizio si fatica un po' a seguire questo lessico familiare, ma poi CISSICA diventerà qualcosa che capiremo al volo.
Lisey si ritrova a combattere con i ricordi, disposti su più piani temporali paralleli, ricordi di momenti perduti "come lacrime nella pioggia", racconti dell'infanzia di Scott, ricca di demoni simili a quelli che potrebbero aver animato quella di Stephen. Il rifugio è Boo'ya Moon, l'Isola che non c'è dove i bimbi sperduti sono coperti da sudari scuri, intenti a scrutare la pozza delle storie, dove "tutti noi andiamo a bere".
Rifugio lungi dall'essere sicuro, abitato com'è da strani esseri da incubo, specialmente quando il sole lascia il posto alla luna. Ci sono frammenti di Rose Madder, de Il Talismano, de La torre nera, piccole strizzate d'occhio al resto della produzione kinghiana.
Il bool, gioco dell'oca da sogno o da incubo, a seconda di chi è a disegnarne il percorso, è un modo per trascinarci nel mondo delle storie, meravigliose e inquietanti, di quello che a mio avviso è uno dei più grandi scrittori della nostra epoca, i cui libri saranno ancora sugli scaffali tra qualche decennio.
Davanti alla pozza delle storie, Scott/Stephen potrebbe avere incontrato altri suoi simili. Gente con la mente popolata di storie, storie di bambini cresciuti nella violenza, abituati a combattere demoni invincibili, scrittori apparentemente fragili cresciuti in orfanotrofi, che riescono a trasformarsi per amore di donne come Lisey: sulla riva della pozza c'è gente che racconta storie, e lo scrittore è colui che le porta nel nostro mondo.
La pozza personale di Stephen King, ne sono convinto dopo la lettura di Lisey's story, è ancora ricchissima di sogni e incubi.
Li scopriremo insieme.
Domani.

vialemarx
Veterano Kinghiano
Veterano Kinghiano
Messaggi: 952
Iscritto il: lun dic 22, 2014 5:38 pm
Facebook: https://twitter.com/SimoneToscano86
Località: Roma

Re: la storia di Lisey dove la mettiamo????

Messaggioda vialemarx » mar nov 10, 2015 5:01 pm

AlexMai ha scritto:Il mio King moderno preferito... ecco quello che ne scrissi appena terminata la lettura :)

Loving you without you now

Amarti anche se non ci sei più. Il titolo di una canzone tratta dal nuovo album di Paul Stanley, frontman di quei Kiss spesso citati in modo oscuro o esplicito da Stephen King nei suoi romanzi, si presta bene a descrivere in una sola frase l'ultima fatica del maestro di Bangor.
Lisey's story, La storia di Lisey, è l'ennesimo giro di giostra dedicato a uno scrittore: Tabitha, la moglie di Stephen, non ha preso bene quest'ultimo romanzo, gli ha chiesto se c'era davvero bisogno di un'altra storia del genere, dopo Misery, Mucchio d'ossa, La metà oscura e i molti altri lavori cui state pensando.
Ma stavolta il protagonista non è lo scrittore, quanto la sua superstite moglie, che continua ad amarlo anche se lui non c'è più.
Lisey è la dolce metà, oscura fino alla morte del marito, ritratta in secondo piano su alcune delle foto che suo marito Scott Landon ha conservato nel suo studio. Moglie che lo ha salvato diverse volte, sia metaforicamente dai demoni del passato, sia praticamente da un "cowboy dallo spazio profondo". Questo e altri termini ci fanno compagnia in questo "forcuto" libro, dove la soluzione ai problemi richiede che vengano "cinghiati". All'inizio si fatica un po' a seguire questo lessico familiare, ma poi CISSICA diventerà qualcosa che capiremo al volo.
Lisey si ritrova a combattere con i ricordi, disposti su più piani temporali paralleli, ricordi di momenti perduti "come lacrime nella pioggia", racconti dell'infanzia di Scott, ricca di demoni simili a quelli che potrebbero aver animato quella di Stephen. Il rifugio è Boo'ya Moon, l'Isola che non c'è dove i bimbi sperduti sono coperti da sudari scuri, intenti a scrutare la pozza delle storie, dove "tutti noi andiamo a bere".
Rifugio lungi dall'essere sicuro, abitato com'è da strani esseri da incubo, specialmente quando il sole lascia il posto alla luna. Ci sono frammenti di Rose Madder, de Il Talismano, de La torre nera, piccole strizzate d'occhio al resto della produzione kinghiana.
Il bool, gioco dell'oca da sogno o da incubo, a seconda di chi è a disegnarne il percorso, è un modo per trascinarci nel mondo delle storie, meravigliose e inquietanti, di quello che a mio avviso è uno dei più grandi scrittori della nostra epoca, i cui libri saranno ancora sugli scaffali tra qualche decennio.
Davanti alla pozza delle storie, Scott/Stephen potrebbe avere incontrato altri suoi simili. Gente con la mente popolata di storie, storie di bambini cresciuti nella violenza, abituati a combattere demoni invincibili, scrittori apparentemente fragili cresciuti in orfanotrofi, che riescono a trasformarsi per amore di donne come Lisey: sulla riva della pozza c'è gente che racconta storie, e lo scrittore è colui che le porta nel nostro mondo.
La pozza personale di Stephen King, ne sono convinto dopo la lettura di Lisey's story, è ancora ricchissima di sogni e incubi.
Li scopriremo insieme.
Domani.



Bel pezzo, Alex. La pozza personale di King ha ancora molto altro da dire. Ne sono convinto.

vialemarx
Veterano Kinghiano
Veterano Kinghiano
Messaggi: 952
Iscritto il: lun dic 22, 2014 5:38 pm
Facebook: https://twitter.com/SimoneToscano86
Località: Roma

Re: la storia di Lisey dove la mettiamo????

Messaggioda vialemarx » ven dic 11, 2015 9:52 am

Stanotte ho iniziato la mia seconda lettura di questo romanzo.

Vi aggiorno.

sam
Io e King siamo una cosa sola!
Io e King siamo una cosa sola!
Messaggi: 2828
Iscritto il: mar mar 17, 2009 7:49 pm
Località: ravenna
Contatta:

Re: la storia di Lisey dove la mettiamo????

Messaggioda sam » ven dic 11, 2015 11:35 am

Io, tutte le volte che leggo il titolo di questo topic penso "nel bidone" :mrgreen:
È il libro che mi è piaciuto meno in assoluto di King, ma prima o poi me lo rileggerò per essere sicura, dato che a molti piace! :mrgreen:
I fenomeni naturali sono tutti irreversibili......

rose
Veterano Kinghiano
Veterano Kinghiano
Messaggi: 588
Iscritto il: mar giu 09, 2015 12:44 pm

Re: la storia di Lisey dove la mettiamo????

Messaggioda rose » ven dic 11, 2015 1:19 pm

sam ha scritto:Io, tutte le volte che leggo il titolo di questo topic penso "nel bidone" :mrgreen:
È il libro che mi è piaciuto meno in assoluto di King, ma prima o poi me lo rileggerò per essere sicura, dato che a molti piace! :mrgreen:

Ma dai? Non ti è piaciuto? Io l' ho letto e riletto ventimila volte!! Sembra una storia - matrioska..per certi versi simile alla leggenda del vento. Inoltre ho amato quel libro per il lessico coniugale di Lisey e Scott e in generale per la loro relazione. È sicuramente uno dei miei libri preferiti..quasi mi commuovo ogni volta che arrivo alla fine!
8) ognuno rasenta il ridicolo come gli viene 8)

sam
Io e King siamo una cosa sola!
Io e King siamo una cosa sola!
Messaggi: 2828
Iscritto il: mar mar 17, 2009 7:49 pm
Località: ravenna
Contatta:

Re: la storia di Lisey dove la mettiamo????

Messaggioda sam » ven dic 11, 2015 1:26 pm

A me ha annoiato in maniera esasperante.. Ho fatto una fatica a finirlo che non ti dico!
So che non me ne poteva fregare di meno di sapere come andasse avanti e l'ho finito proprio solo perché io cerco di finire tutti i libri! Però non so, non escludo a priori che rileggendolo ora possa piacermi o almeno non piacermi meno!
Si mi ricordo il lessico che avevano solo loro, mah.. Forse è perché dove c'è troppa importanza all'amore o comunque a legami speciali.. Faccio fatica ad interessarmi! Sono un'insensibile in queste cose! :roll:
I fenomeni naturali sono tutti irreversibili......


Torna a “Romanzi e Racconti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti

cron