Pagina 2 di 2

Re: significato di horror

Inviato: lun lug 06, 2015 11:15 am
da BlueFire
Diciamo che ci piace come scrive e va bene così senza troppe seghe mentali etimologiche? :lol:

Pat ha scritto:Per me King sa essere uno scrittore dell'orrore (nel senso di scene raccapriccianti) ma anche del terrore (nel senso di scene o quant'altro che generano nel lettore inquietudine) e poi certamente anche fantasy e tutto quello che volete metterci.

Dell'orrore nessuno credo sia in grado di metterlo in dubbio, mentre del terrore immagino che sia una cosa soggettiva al 100% (può capitare che a qualcuno i libri di Zio Stephen non facciano né caldo né freddo da quel punto di vista)...

Nelle arti talvolta si rischia di non riuscire a dare una classificazione precisa. Sono dell'opinione che si debba semplicemente prendere l'opera per quello che è senza perdere troppo tempo a catalogare :) A meno che non si stia facendo un archivio, ma non credo sia il nostro caso...

Re: significato di horror

Inviato: lun lug 06, 2015 1:04 pm
da vialemarx
Secondo me ad un libro dell' orrore bisogna dare anche il giusto ambiente e la giusta atmosfera. Io amo creare le condizioni migliori per leggere un libro horror/trhiller o simili. Mi piace che ci sia silenzio, luce bassa, mi piace isolarmi, preferisco leggere la sera o la notte. Se volete, è un discorso che può valere per ogni tipo di libro, però spaventare e inquietare con delle parole su carta è secondo me molto più difficile che divertire o semplicemente intrattenere. Se leggete Pet o IT e vi imbattete in una parte paurosa mentre accanto a voi vostra madre passa il folletto, o c'è una televisione che trasmette Striscia la Notizia o c'è una musica ad alto volume, la vostra concentrazione e la vostra capacità di concedere al romanzo di rapirvi e soprattutto spaventarvi, ne risulterà quantomeno dimezzata. Capita anche ai film dell' orrore di risultare meno efficaci se le luci di casa sono accese , non c'è la giusta atmosfera o avete accanto un amico che fa battute stupide ogni 20 secondi; ed è così anche per i libri. Quando ho letto i romanzi più Horror del Re e non solo, ho sempre avuto come must quello di creare le giuste condizioni, altrimenti preferisco posticipare la lettura in un momento più tranquillo. E' anche una mia forma di rispetto per il lavoro dell' autore. Leggendo un libro senza le giuste condizioni mi sembrerebbe in parte di sprecarlo.
Forse è solo una mia fissazione ma vi garantisco che per me è una cosa FONDAMENTALE.
Leggete "La casa d'Inferno" di Richard Matheson mentre siete soli in casa e sta per tramontare.
Leggete "L'inverno della paura" di Simmons nella tarda serata di un giovedì di Gennaio mentre siete da soli in camera vostra e fuori piove e tuona.
Leggete IT nel giardino la sera, anche d' estate se volete, quando ogni rumore tra le piante e i cespugli vi fa sussultare.
Per me fa la differenza.
Yerculo se la fa.

Re: significato di horror

Inviato: gio lug 09, 2015 5:27 pm
da Locke
Devo confessare che non credevo assolutamente in questa discussione, ma mi avete fatto cambiare idea, bravi. Non ci credevo perché, King è per me horror. Intendiamoci, che non sia solo quello lo sappiamo tutti, non devo certo convincere chi è qui per la mia stessa passione. Negli anni ha ampiamente dimostrato di sapersela cavare con ogni genere, ma arriva al successo con il genere horror, Carrie (1974), Le notti di Salem (1975), Shining (1977) quindi...
Ognuno vive un libro a modo suo e credo anche che il fattore età e periodo in cui si vive faccia la differenza, venticinque anni fa leggere King mi terrorizzava ora molto meno. La prima volta che lessi It rimasi affascinato e terrorizzato
Spoiler: Mostra
da Pennywise che strappa il braccio al piccolo George Denbrough
vent'anni dopo mi fece solo provare tanta rabbia, ma la scena resta horror puro a mio avviso.
Non saprei dare un significato di horror, ma trovo che i già citati (da Vialemarx) Matheson, Simmons o, aggiungo, Poe e Lovecraft lo siano.

Re: significato di horror

Inviato: gio lug 09, 2015 7:51 pm
da vialemarx
Totalmente d' accordo con Locke.

Re: significato di horror

Inviato: ven lug 10, 2015 12:24 am
da rose
Bhe...di sicuro il fatto, da parte di un artista, di suscitare una particolare emozione dipende dalla persona che in quel dato quando fruisce dell'arte stessa, dalle sue esperienze e dal suo momento evolutivo. .. ad esempio quando ho visto l'esorcista ho riso dall'inizio alla fine mentre misery mi ha fatto venire la tremarella della peggior specie...detesto la pop art ma amo i surrealisti ecc...
Se poi è proprio necessario inquadrare lo zio steve in un genere...È l'horror!
Che poi lui sia poliedrico multifunzionale e scrittore dalle mille sfumature mi sembra palese!
Però affermare che su quaranta libri non ce ne sia uno, e dico uno, che possa rientrare nella definizione di horror mi sembra decisamente opinabile.

Re: significato di horror

Inviato: ven lug 10, 2015 7:37 am
da vialemarx
"Però affermare che su quaranta libri non ce ne sia uno, e dico uno, che possa rientrare nella definizione di horror mi sembra decisamente opinabile."

E provocatorio...

Re: significato di horror

Inviato: ven lug 10, 2015 1:11 pm
da rose
Cavolo! si sta scatenando una nuova jerico hill! :shock:
Hile pistoleri! Hile! Senza quartiere! :mrgreen: :mrgreen:

Re: significato di horror

Inviato: ven lug 10, 2015 1:44 pm
da vialemarx
rose ha scritto:Cavolo! si sta scatenando una nuova jerico hill! :shock:
Hile pistoleri! Hile! Senza quartiere! :mrgreen: :mrgreen:



Lasciamo fare al Ka. :wink:

Re: significato di horror

Inviato: dom lug 12, 2015 3:10 pm
da hatter
Ma si scateniamo sta guerra! :lol:
No va bhe,se parliamo di scene raccapriccianti ci sto, ok in versione film forse non riuscirei a guardarle.
Un libro che mi ha messo paura é mucchio d ossa.
Un altro che mi ha reso le notti difficili é cose preziose.
Quello che intendo è che la storia in se non la trovo mai horror nel complesso.
:P

Re: significato di horror

Inviato: mer dic 05, 2018 12:46 am
da lilian75
sto leggendo danse macabre una penna magistrale il re.

alberto diprima