StephenKing.it intervista Roger Corman

All'Infinity Film Festival di Alba quest'anno l'ospite d'onore è il leggendario regista amricano Roger Corman, autore, tra le altre cose, della lunga serie di film tratti dalle opere di Edgar Allan Poe, con protagonista Vincent Price.

La redazione di StephenKing.it è presente in sala e ne approfitta per scambiare due parole col Maestro nel dibattito che segue la proiezione de La Tomba di Ligeia.

Quello che ne scaturisce interesserà tutti i fan di Stephen King.

Clicca ed entra per leggere!

 

 

 

Una monografia del celebre cineasta americano, oggi ottantaquattrenne, è il piatto forte dell'edizione 2010 del prestigioso Infinity Film Festival di Alba. Nell'ambito della rassegna Corman incontra il pubblico e, dopo un'intervista ufficiale, si rende disponibile al pubblico per rispondere alle domande.

I fan non rimangono delusi, il grande regista si sottopone volentieri al fuoco di fila, risponde, partecipa, dimostra ancora grande intelligenza e acume e soprattutto un senso dello humour degno di un lord inglese.

SK.it è presente nella persona di Pennywise e non si fa sfuggire l'occasione per intervenire.

 

SK.it: "Buongiorno Maestro, volevo chiederle se secondo lei esiste un autore contemporaneo, o comunque successivo a Poe, dalle cui opere lei si sentirebbe di trarre dei film. In sostanza se ritiene che esista un erede di Poe nella letteratura mondiale."

R.C.: "Sinceramente non credo che esista. Se dovessi dire qualcuno, ma non è un contemporaneo essendo dello stesso periodo di Poe, direi H.P. Lovecraft, dalle cui opere ho più volte pensato di trarre qualche film. Ma un vero erede contemporaneo non c'è"

Al termine della traduzione Corman chiede nuovamente il microfono.

R.C.: "Oh, scusate dimenticavo Stephen King, naturalmente è lui che può essere oggi considerato l'unico vero erede di Poe, ma lui chiede un milione di dollari per cedere i diritti delle proprie opere...e io non ho un milione di dollari..."

[risate generali]

Al termine della traduzione Corman chiede nuovamente il microfono.

R.C.: "A dire il vero devo dire che Stephen King ha dichiarato più volte che gli farebbe molto piacere se io trasponessi sul grande schermo una delle sue opere...ma resta il fatto che non ho un milione di dollari..."

[risate generali e applauso]

Al di là del sarcasmo verso King, rimane l'evidente stima professionale reciproca tra i tue "mostri" sacri del genere.

La redazione ringrazia Roger Corman per la simpatia e la disponibilità dimostrate.

 

Pennywise

 

 

Pennywise e Roger Corman