Romanzi

1984 - L'Occhio Del Male

Titolo originale: Thinner (Ed. New American library, 1984)

Titolo italiano: L'occhio del male (Ed. Sonzogno, 1986)

Traduzione italiana: Franco Brera

 

Non hai ancora acquistato L'Occhio del Male? Ordinalo su WEBSTER!

 


Era troppo distratto nella guida della sua auto per evitare una zingara che, investita, morira sul colpo.
Troppo influente per non uscire assolto dal tribunale che ha dibattuto il caso.
Troppo grasso - con i suoi 113 chili ben portati - per attirarsi una maledizione diversa da quel pietrificante anatema Dimagra...
E' la storia di Billy Halleck, noto avvocato del Connecticut che un tremendo sortilegio gitano incatena a un destino da incubo.

 

 




Note e curiosità


 

1 - Scritto nel 1984.

2 - Scritto con lo pseudonimo di Richard Bachman.

3 - Titolo dell'edizione francese: La Peau sur les os

4 - Titolo dell'edizione tedesca: Der Fluch


La recensione di stephenking.it

Ritorna lo pseudonimo di King, Richard Bachman, con l'ultimo romanzo prima dello smascheramento pubblico dell'autore (in seguito uscì ancora "I Vendicatori", ma molti anni dopo la scoperta della vera identità di Bachman, come una sorta di omaggio postumo). Verrebbe quasi da rammaricarsi di tutto ciò in quanto, per uno scarso estimatore dei Bachman come il sottoscritto, la piega presa con gli ultimi due romanzi ("La lunga marcia" e, appunto, "L'occhio del male") era decisamente incoraggiante. Questo è infatti, secondo il mio modesto parere, il miglior romanzo scritto da King con lo pseudonimo, lo si potrebbe quasi annoverare tra i "true King". Incalzante, inquietante e sorprendente in certi punti e poi quella maledizione gitana, quella semplice parola: "dimagra", sogno di qualunque persona con gravi problemi di sovrappeso, ma incubo quando il processo diventa inarrestabile.
Anche da questo libro è stato tratto un film nel 1996, diretto da Tom Holland (già autori de "I Langolieri") ed interpretato da Robert John Burke, Joe Mantegna e Michael Constantine. Un film che si eleva leggermente sopra il livello generale di quelli tratti dalle opere del Re, con discreti effetti speciali, anche se il Billy Halleck scheletrico è molto più credibile di quello ciccione, con troppa plastica visibile in faccia. Ottimo il vecchio zingaro, bellissima la ragazza gitana, Gina (Kari Wuhrer, già VJ di MTV), pessima idea cambiare "dimagra" in "consumati", osceno il doppiaggio.
Il giudizio sul libro è invece complessivamente positivo ed è consigliabile a tutti.

Pennywise

 

Non hai ancora acquistato L'Occhio del Male? Ordinalo su WEBSTER!