Romanzi

2013 - Joyland

JOYLAND

Informazioni Essenziali:

 

Titolo Originale: Joyland

Anno: 2013

Data di pubblicazione ITA: 04 / 06 / 13

Data di pubblicazione USA: 04 / 06 / 13

Casa Editrice USA: Hard Case Crime

Casa Editrice Ita: Sperling & Kupfer

Traduzione: Giovanni Arduino

 

Risvolto di copertina:

La vita non è sempre un gioco al massacro.

A volte si può vincere un premio.

Un premio molto prezioso.

"Estate 1973, Heaven's Bay, Carolina del Nord. Devin Jones è uno studente universitario squattrinato e con il cuore a pezzi, perché la sua ragazza lo ha tradito. Per dimenticare lei e guadagnare qualche dollaro, decide di accettare il lavoro in un luna park. Arrivato nel parco divertimenti, viene accolto da un colorito quanto bizzarro gruppo di personaggi: dalla stramba vedova Emmalina Shoplaw che gli affitta una stanza ai due coetanei Tom ed Erin, studenti in bolletta come lui e ben presto inseparabili amici; dall'ultranovantenne proprietario del parco al burbero responsabile del Castello del Brivido. Ma Dev scopre anche che il luogo nasconde un terribile segreto: nel Castello, infatti, rimasto il fantasma di una ragazza uccisa macabramente quattro anni prima. E così, mentre si guadagna il magro stipendio intrattenendo i bambini con il suo costume da mascotte, Devin dovrà anche combattere il male che minaccia Heaven's Bay. E difendere la donna della quale nel frattempo si è innamorato."

 

La recensione di StephenKing.it

Joyland è il secondo romanzo di Stephen King scritto appositamente per Hard Case Crime , collana di gialli hardboiled, seguendo ad otto anni di distanza Colorado Kid.

L’ambientazione in un luna park degli anni 70 richiama subito Il Tunnel dell’Orrore (The Funhouse) di Dean Koontz (raro caso di libro tratto da un film, diretto dal maestro Tobe Hooper).  Anche in questo caso c’è un tunnel dell’orrore e un omicidio irrisolto molto simile ad altri avvenuti in vari luna park e fiere negli anni precedenti.  A differenza dei classici gialli hardboiled, il tocco “kinghiano” prevede la presenza di alcuni ingredienti tipici del paranormale, qualche apparizione di fantasmi e un ragazzino dai poteri psichici per esempio, ma sia gli omicidi che il paranormale sembrano quasi un pretesto per contestualizzare Joyland in una catena di libri “tematici” scritti però non da un giallista ma dal "Re del Brivido" (esulando per un momento dalla solita diatriba sulla restrittività di tale definizione), per il resto la bellezza e il piacere della lettura sono nella descrizione della vita nel parco dei divertimenti, nell’immedesimarsi, da parte di chiunque nella vita abbia fatto esperienze simili,  nei ragazzi che in estate cercano di tirare su qualche soldo in vista del ritorno agli studi in autunno. Le storie d’amore che sbocciano ed in particolare il legame del nostro protagonista, Devin Jones, detto Jonsey, con la bella, misteriosa e triste Annie, di dieci anni più vecchia, e del figlio Mike, affetto da una terribile malattia, la distrofia muscolare.

Il finale è un crescendo rossiniano e la scena madre culminante sulla ruota panoramica, di notte, di fronte allo psicopatico assassino, sferzati dalla tormenta in arrivo, è di quelle che mentre le leggi col fiato sospeso, già immagini come riuscirà sulla schermo, dove anche questo romanzo pare essere inesorabilmente destinato a finire, come buona parte delle opere del Re.

A differenza di Colorado Kid, King in Joyland vuole palesemente evitare le polemiche del romanzo precedente, rimasto volutamente senza un finale, che in un giallo significa senza l’individuazione dell’assassino. Qui il finale c’è eccome, ma come sempre è tutto ciò che avviene prima a rimanere ancora più scolpito nella memoria, dai personaggi all’ambientazione, dai sentimenti a quell’aura di nostalgia che da sempre pervade la narrazione kinghiana quando decide di ambientare le storie negli anni della propria giovinezza.

Una lettura breve e piacevole, intensa e leggera allo stesso tempo, consigliabile a tutti, in particolare ai nostalgici che amano le crime stories e le ghost stories vecchio stile.

.

Pennywise

 

Non hai ancora Joyland? Aquistalo su WEBSTER a questo Link!